Il primo Ulisse Camp Bari 29, 30, 31 marzo 2019 | Ulisse travel
Il sito è solo dimostrativo, tutti i contenuti sono un esempio
MENU
CLOSE


Il primo Ulisse Camp Bari 29, 30, 31 marzo 2019

Volevamo organizzare un viaggio, volevamo incontrare i viaggiatori sordi, volevamo proporre loro un gioco, volevamo anche fare qualcosa di pazzo e, infine, volevamo avere un po’ di tempo per chiacchierare e confrontarci su idee nuove, innovative e importanti. Allora abbiamo inventato il Camp, tre giorni pieni di avventura, divertimento e convivialità.

Abbiamo pensato di farlo a Bari, una bellissima città, in particolare nel suo piccolo e prezioso centro storico, così ci siamo dati appuntamento in piazza Ferrarese alle 15.30 del 29 marzo 2019.

Chi è arrivato? Tantissimi giovani da tutta Italia, ma anche esperti e lavoratori del turismo europeo, che hanno accettato il nostro invito a provare un’esperienza Ulisse.

In piazza abbiamo distribuito delle borse di Ulisse in cinque colori diversi, i colori del nostro logo, e ci siamo divisi in cinque squadre per cominciare subito con l’Ulisse Local Game: un gioco fotografico per scoprire la città e diventare Local Friend. 5 gruppi, 5 missioni, 5 foto, 1 solo gruppo vincitore! https://ulissetravels.wixsite.com/localgame/home

E’ stata una vera bomba!

Il secondo giorno ci siamo divisi in due gruppi (eravamo davvero tantissimi!!!) per vivere due Ulisse Experiences:

. il primo gruppo è partito per Monopoli per fare un giro in barca fino a Polignano a Mare;

. il secondo gruppo è partito per il Parco della Murgia per fare un tour in mountain bike fino ad Altamura.

Ma non è finita qua, oltre alla barca a vela e alla mountain bike, i nostri partecipanti hanno incontrato a Polignano e Altamura due veri local friend, che ci hanno fatto scoprire i posti più belli di questi due paesi in lingua dei segni.

Il terzo giorno ci siamo incontrati per colazione e abbiamo dato vita al primo world café in international signs!!!??? Praticamente seduti attorno a un tavolo con un buon caffé in mano, abbiamo chiacchierato su tre temi: 

  1. cos’è l’innovazione sociale? quanti progetti di innovazione sociale realizzati dai sordi ci sono in Europa?
  2. il turismo sostenibile, che belle parole, ma sappiamo farlo?
  3. international signs è il futuro, ma perché in Italia è così poco diffuso?

Ma come è stato possibile che tante tante persone (quasi 50) siano riuscite a parlare in due lingue, LIS e international signs, di questi tre temi così profondi senza fare confusione?

Grazie a tre coordinatori pazienti (che hanno fatto le domande giuste), tre segretari attentissimi (che hanno preso appunti), e tre buffi cappelli 🙂

N.B. Non abbiamo detto due cose importantissime:

  1. durante tutto il Camp non sono mancate occasioni per pranzare e cenare tutti insieme, abbiamo assaggiato tutti i migliori prodotti dell’enogastronomia pugliese!
  2. durante tutto il Camp non è mai mancata la lingua dei segni! Sordi e udenti hanno vissuto insieme tutte le esperienze del Camp parlando sia la Lis sia l’international.